aria di neve

C’è un istante ben preciso, al mattino presto successivo alla notte di una (neanche troppo) copiosa nevicata, in cui si ha la percezione che Milano sia quasi contenta di adeguare i suoi ritmi, e i suoi tempi, alla natura. Un istante ben preciso in cui percepisci i rumori, ovattati, diventare suoni, in cui percepisci il consueto brulicare di passi diventare il ritmo di un camminare lento e meditato; un istante in cui hai la sensazione che lo sguardo collettivo non sia rivolto a terra ma verso l’orizzonte, a osservare le acrobazie della neve sui cornicioni. Un istante preciso, in cui arrivi di fronte alla bici ricoperta di neve, ed hai la sensazione che ti stia aspettando, paziente, in attesa di poter scorrere con le ruote sulla neve, in un equilibrio affascinante e perennemente instabile – e con quel pochino di narcisismo che le concede il sapere che sarà tra le privilegiate a poterlo fare.

Ecco, stamani era uno di quegli istanti ben precisi.

Coi guanti, scosto la neve con ritualità, quasi cercando di non disturbarla. E poi si va, a goderci quell’equilibrio affascinante ed instabile.

snowbike

Annunci

8 thoughts on “aria di neve

  1. pedalare nella neve, che meraviglia, che soddisfazione. piano piano che altrimenti la ruota scivola. con delicatezza. e i guanti giusti da non sentire il dolore del freddo nelle mani. solo noi sappiamo. qui pioggia tanta me neve nisba.

    Mi piace

    • …e quell’istante in cui la ruota davvero scivola, e pensi “sono spalmato per terra”, ed un microsecondo e una palpitazione dopo invece sei ancora in piedi, con quella scodatina che ti salva dal vis-a-vis con la neve… (in compenso, devo cambiare i guanti. quelli che avevo ieri erano tutt’altro che giusti. mani ibernate.)

      Mi piace

  2. Tutte le volte che nevica ho come la sensazione che una sorta di magia si rinnovi. A me piace tanto ma non per tutti è così, visto che crea anche disagi. Mi piace la calma che infonde una nevicata, mi piace il suo dare spunto ad altre prospettive, ad altre priorità. Mi piace come hai detto queste cose. Bel post!

    Mi piace

    • Grazie! Stra-stra-stra-d’accordo, e per altro questi giorni sono l’esempio disarmante di come i disagi dati dalla neve siano assolutamente relativi rispetto a quelli che può dare, ad esempio, un sistema informatico automatico di controllo dei treni che salta: hai presente quando arrivi in stazione e puoi scegliere tra “il treno è soppresso”, “il treno ha circa un’ora di ritardo”, “prendete il primo che vedete col segnale verde”? (…) Ecco. Datemi la neve.

      Mi piace

  3. Che bella immagine. E che bella foto.
    Quante soddisfazioni a nuorettins!
    (e se poi ogni tanto vuoi ri-bloggare qualcosa anche su Aironi, sappi che sei ovviamente il benvenuto).

    Mi piace

ammennicoli di commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...