saldi

«Da quando ho iniziato a proporre alla gente l’utilizzo della spazzatura “pulita” per fare teatro e per lavorare sull’estetica, ho scoperto che la spazzatura può dire molto di un popolo, del suo stile di vita. Dalla spazzatura che la gente porta ai laboratori si intuisce quello che c’è dietro a quei rifiuti. Voi qui in Europa, in Italia in particolare, tra gli oggetti che portate con voi c’è sempre una quantità enorme di bottiglie di plastica e di scatole di scarpe. Si vede che bevete e che camminate molto, consumate un sacco di scarpe. Ci sono dei periodi dell’anno in cui, poi, le scarpe sono vendute a prezzi ridotti e ne acquistate una gran quantità. In Brasile ad esempio non potrebbe capitare. Durante i laboratori che tengo a Rio c’è un altro tipo di spazzatura, ma è difficile trovare delle scatole di scarpe.»

Augusto Boal, durante un laboratorio sull’estetica dell’oppresso a Pula, nel 2008.

Annunci

12 thoughts on “saldi

  1. ma siamo proprio sicuri che le scarpe le consumiamo? prima di comprarne di nuove , dico. io alle trippen se sono al 50% non resisto, e le prendo, pace se non ne ho bisogno, stanno lì e le alterno. accidenti, ammettere così le mie debolezze, in piazza….

    Mi piace

    • no, figurati, quali debolezze: ti capisco benissimo, le scarpe sono una mia paranoia… hai presente nanni moretti in bianca? ecco, così. non so se sia patologico, ma a parte il fatto che sono tra le prime cose che guardo nelle persone, riesco a ricordare abbinamenti scarpe-persone a distanza di anni. e poi, in barba all’abito che non fa il monaco, per me il tipo e il modo in cui si indossano (o non si indossano) raccontano tanto… sono patologico, già che sei del mestiere? 😉

      Mi piace

      • tu devi entrare nel mondo delle trippen, quando sono al 50%, perchè a prezzo pieno chi se le può permettere? scarpe berlinesi super super radical chic. fichissime. (caro scusa se ti stiamo spammando il blog con discorsi da signorine, ma chevvuoi, ci sentiamo a casa).

        Mi piace

        • ah, ok, ho trovato il sito. quelle alla sampei sono molto radical, probabilmente anche chic.
          forse non sono ancora pronta per entrarci, ecco.
          e viste le mie finanze, 50% o no, dubito che ci entrerò ancora per molto.

          Mi piace

      • nonostante la mia maniacalità sulle scarpe, non conoscevo le trippen nemmeno io (lacerante ferita al mio orgoglio :-P). mi sa però che l’impronta geografica dei distributori conta molto: a milano e dintorni spopolano camper, elnaturalista e un’altra serie di marche altrettanto radical chic e altrettanto favolose – che sono per altro molto simili alle trippen, mi sembra. io ad esempio ho una dipendenza da camper-peu (il modello per antonomasia dell’omologazione radical chic…), anche perché un paio ti dura buoni buoni tre anni a metterle non dico sempre ma quasi (per il resto, inutile che vi dica “la mia blog-casa è la vostra blog-casa”, divento quasi retorico, no?)

        Mi piace

    • perdiamine, sì. tanto è ingiusto quanto sono affascinato da chi riesce a vivere con, e grazie ai, “rifiuti”, affascinato dalla superiorità (intellettuale, pratica, di ingegno…) di chi riesce a vivere con poco (anzi, quasi nulla), riutilizzando, riciclando, riparando. il problema è quando questo non accade per scelta propria ma d’altri…

      Mi piace

  2. Non sono una gran consumatrice devo ammetterlo. Ho passato il 2012 senza comprare niente di abbigliamento. Così, per scommessa. In fondo tutti abbiamo gli armadi e le scarpiere che vestirebbero sette generazioni. Per le scarpe però ho una passione anch’io (ci scrissi anche un post). Nel senso che mi devono piacere tanto e ci devo stare comodissima da subito. Mica sempre accade con la stessa scarpa. a meno che non siano pantofole 🙂

    Mi piace

ammennicoli di commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...