improvvisazioni

AIRONI DI CARTA

Prima venne lo smarrimento, ed insieme l’incredulità. Gli occhi lucidi di fronte alla mail di Ari. Il suo post, e delle parole come macigni: «Torna. Se torni, ti prometto che si fa finta di niente: si ride, come prima, e non se ne parla più.». E poi i primi commenti fra noi, i dubbi, la rabbia: «È caduto, forse da un balcone», «È al CTO in rianimazione?», «Non può essere! Ma cosa diamine stava facendo?». La ricerca in rete, qualche agenzia che riportasse la notizia: l’urgenza di sapere cosa fosse successo. L’urgenza di sapere se, e rifiutare a priori l’ipotesi che. Ancora voci, ancora incertezze: «Stavano appendendo uno striscione, per difendere i diritto dei migranti», «No, era uno striscione per il diritto alla casa». «Ma non si sa nulla?». Poi, finalmente, riusciamo a parlare al telefono…

View original post 377 altre parole

Annunci

ammennicoli di commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...