sanzionabile

corso.sicurezza.png

La mancanza della fornitura è sanzionabile bla bla bla … pena pecuniaria o detentiva, sia a carico del Datore di lavoro, sia bla bla bla… la mancanza della manutenzione bla bla bla… l’utilizzo improprio bla bla bla… la mancanza di istruzioni bla bla bla… pena pecuniaria o detentiva  bla bla bla… la carenza di procedure aziendali bla bla bla… la mancanza di formazione o addestramento bla bla bla… la mancanza di vigilanza bla bla bla… la lavoratrice è, altresì, spostata ad altre mansioni nei casi in cui i servizi ispettivi bla bla accertino che le condizioni di lavoro o ambientali siano pregiudizievoli alla salute della donna in stato di gravidanza bla bla bla… l’inosservanza bla bla è punita con l’arresto bla bla bla..

Allora, mettiamo anche da parte il discorso detentivo (per cui, per altro, sono di recente discussione i diritti e la tutela della salute, come racconto in questo post qui) e consideriamo solo l’aspetto pecuniario. Ecco, è legittimo che subentri un leggero senso di inutilità e frustrazione, a seguire i corsi obbligatori per la sicurezza sul lavoro, alla cinquantaquattresima diapositiva in cui è presente il termine sanzionabile?

Annunci

41 thoughts on “sanzionabile

    • «Si ricorda, che l’articolo 20 (Obblighi dei Lavoratori) del D.Lgs. n. 81/08, elenca, al comma 2, gli obblighi dei lavoratori in materia di salute e sicurezza. In particolare, alla lettera h), è richiamato l’obbligo di “partecipare ai programmi di formazione e di addestramento organizzati dal datore di lavoro”. All’art. 59, comma 1, lettera a), del D.Lgs. n. 81/08, è prevista la sanzione, che, in caso di inadempienza del lavoratore, consiste nell’“arresto fino a un mese o” nell’”ammenda da 200 a 600 euro”.»
      se proprio vogliamo dirla tutta con le parole comunicate dal Magnif. Illustr. Egr. Rettore, per l’esattezza. 😀

      Mi piace

    • molte, molte di più. ma ti dirò: io ne farei anche mille se servisse davvero. invece ti fanno stare ore, che so, a capire la definizione ed i compiti del responsabile per la sicurezza dei lavoratori quando poi nella realtà (perchè è esattamente quello che succede qui) viene considerato un rompicoglioni dal datore di lavoro.

      Mi piace

    • ti dirò: la mia impressione è che la normativa sia in realtà molto chiara. ciò che a me colpisce, al limite, è l’eccesso di ruoli e deleghe; il grosso problema che vedo alla radice è il non rispetto della normativa, anche nelle piccole cose. perchè io che lavoro ore davanti al pc (scusa, “videoterminale”) ho l’obbligo di fare ‘sto corso ma non ho il diritto, in quanto non dipendente, alla visita oculistica di controllo annuale?!?

      Mi piace

  1. Non so se possono equivalersi il tuo post e ciò che ti sto per raccontare, ma te lo racconto comunque: durante le ore di Igiene, dove il prof di turno si limitava a leggere millemila slide su disinfezione, depurazione, sterilizzazione eccetera, ci chiedevamo come mai da noi si riciclassero alla mensa addirittura i piatti dei pazienti ricoverati – a parte altre gravi pecche igieniche e di protocollo, che non sto qui a scriverti. Ecco, sanzionabile mi sembra l’aggettivo meno adatto.

    Mi piace

  2. Però a dire il vero non mi è mica tanto chiaro con chi ce l’hai.
    Con le norme troppo stringenti e punitive? O col fatto che siano comunque disattese? E, magari, che le sanzioni siano applicate solo dopo che è avvenuto un patatrac?

    Che, al giorno d’oggi, si sanzionino anche le flatulenze, e che le sanzioni siano rivolte ben più a far cassa che a dissuadere, correggere, raddrizzare, questa purtroppo non è una novità.

    Come non è una novità il fatto che ormai sia passato nel dimenticatoio il vecchio concetto di Beccaria, secondo il quale non è l’asprezza della pena ma la sua certezza a servire da deterrente.

    Oggi, invece, se superi il limite di velocità di 5 km/h e ti beccano sei rovinato, ma fortunatamente (?) ne beccano solo uno su mille.

    Mi piace

    • sicuramente con il fatto che le norme siano ampiamente disattese, e le sanzioni – se applicate – siano tardive, dopo i patatrac. le norme non sono stringenti, anzi.
      a fronte di questo, trovo ridicolo e frustrante dover passare ore a fare un corso online su una sicurezza che a me, come ai miei colleghi, come a millemila altri lavoratori, non è garantita.

      Mi piace

  3. Io non li ho mai capiti, questo qua che parlano il legalese anche quando devono spiegarsi a chi non è del settore. No dico, tutti ne sappiamo del nostro, ma quando vogliamo comunicare proviamo a farci capire. Sanzionabile ci arrivo ma il resto, e poi la forma, e queste ridondanze, cheppalle.

    (ecco, e poi tu non devi dire niente sull’omeopatia fratello, niente fino a Natale almeno che sono qua che ne prendo dieci di ISTICUZ mattina e sera. Sssssssshhhhh).

    Mi piace

    • a me forse, più del legalese, innervosisce che ci siano responsabilità distribuite fra troppe persone diverse: il modo migliore per scaricarle. (promesso, niente crociate contro i -coccinum -isticum -bilis vari almeno fino al 2014. però poi non garantisco, ok?)

      Mi piace

  4. Ammennicole caro,sono reduce da un corso sulla sicurezza e da una decina di ore da completare on-line…non ne parliamo. (Soprattutto della modalità on-line per ottenere l’attestato.Vabbè, è l’Italia che va.)

    Mi piace

ammennicoli di commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...