cammini agostani

Questa mattina ho iniziato ad assaporare la bellezza agostana di Milano, quella che emerge nel mese del silenzio lavorativo, delle strade svuotate che paiono respirare diversamente, degli orari dei treni ridotti (…).
Uno dei vantaggi della “precarietà flessibile” lavorativa è la possibilità di scegliere il periodo più opportuno per le ferie: questo, per quanto ci riguarda, non è agosto. Luglio quest’anno ha offerto alle ferie ammennicolari il meglio che potesse, regalando non solo climi e giornate più confortevoli rispetto a quelli padani (a quanto ho saputo le cronache del nostro paese sono state, ça va sans dire, saturate di notizie sul meteo, della qual cosa non ho certo sentito la mancanza) ma anche, e soprattutto, piacevolissime cornici naturalistiche eculturali: su una base di campeggio, come ogni anno, e sempre con tanta bellezza (e ogni volta ripenso a quanto scrissi tempo fa, sulla bellezza del campeggio, in uno dei miei primi post – questo – di quando ancora il mio blog aveva più redattori che lettori).
Agosto è il mese che precede quello del ripensamento sugli anni e sull’età, quello che dopo l’estate porta il dono usato della perplessità; precede il capodanno (ma quello vero intendo, quello settembrino, mica quello che scavalla tra dicembre e gennaio), è mese di bilanci e di idee, è mese che dà energia e mette voglia di fare; agosto fra qualche giorno sarà provare a camminare per vette e tentare di raggiungerle, vette di quelle da togliere il fiato, di quelle che fan tremare le gambe solo a pensarci. «Armarsi di: pazienza, ossigeno, immaginazione. Speranza no, quella è controproducente. Scarponi e zaino semivuoto, camminare domandando.» [W.M.]
Insomma, è agosto. Via che si va.  IMG_0704

Annunci

52 thoughts on “cammini agostani

  1. Sono perfettamente d’accordo sul discorso dello scavallamento: per me agosto è sempre stato un mese molto produttivo in termini di idee e di voglia di fare cose e ho sempre vissuto settembre con l’attesa di qualcosa che dovesse arrivare. I migliori (o peggiori in termini di risultati) programmi li ho sempre fatti tra agosto e settembre, idem dicasi per i classici buoni propositi. A dicembre sono in letargo e gennaio per me è solo un calendario da cambiare.

    Liked by 1 persona

    • nonché, aggiungerei, c’è un aspetto peculiare: c’è più tempo. non so dirti il perché, ma solo il fatto che tutto attorno sia in quiete a me sembra dare energia e tempo per fare il doppio delle cose (tecnicamente la chiamerei “assenza di elementi di disturbo”)

      Mi piace

    • ne ha, ne ha! lascia perder l’expo, che fa solo casino… è come se si moltiplicassero gli sguardi, si libera spazio per vedere quello che hai sotto gli occhi tutto l’anno ma coperto dalla moltitudine.
      puoi andare in piazza dei mercanti e permetterti di giocare con la voce sotto al colonnato senza avere nessuno attorno, puoi girare in bici sulle vie ciclabili senza preoccuparti che uno scooter sbuchi all’improvviso spalmandoti al suolo, puoi alzare la testa e guardare quanto sia bella milano sopra i tre metri dal suolo senza temere di andare a sbattere contro qualcuno… 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Il mio sogno trascorrere le vacanze in montagna a camminare, ma parte della famiglia componibile preferisce il mare: quest’anno mi sono adattata, il prossimo chi mi ama mi seguirà, altrimenti ci vado da sola!
    Anche per me agosto mese di ‘capodanno’, di idee, di progetti, di sogni e ottimi propositi. Bello. 🙂
    Buon agosto amme!

    Mi piace

    • anche per me quest’anno finora è stato più mare che montagna (ma per fortuna il mare era molto vicino all’alta montagna!), conto quindi di recuperare il più possibile nei fine settimana agostani! massimo appoggio per il programma dell’anno prossimo e buon agosto anche a te!

      Mi piace

    • bella questa proposta! non ho il foglio sotto mano, ma nella testa c’è uno scalino tra agosto e settembre, e un anche un marcato cambio colore, direi. c’è una linea abbastanza retta che tiene unito l’anno scolastico, direi.

      Mi piace

    • te lo auguro! ho visto che hai dovuto rinunciare al cammino di santiago, mi spiace. buona ripresa! (e senti, ma ci vediamo prima o poi almeno per un caffè o vogliamo davvero aspettare la cena per il tempo della maratona indovinato?!?! 😛 )

      Mi piace

    • meravigliose dolomiti, in quanto a panorama d’insieme hanno pochi rivali (anche se io, confesso, son più per le montagne aspre, per i sentieri e i pertugi scavati nelle rocce, per le ripide vie della valsesia piuttosto che per le verdi distese che s’affacciano sull’enrosadüra dolomitica)

      Mi piace

ammennicoli di commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...